Tree-Climbing nel Parco Monumentale

In alcuni casi come nei parchi storici, gli Alberi sono difficilmente accessibili ai mezzi meccanici (Gru, piattaforme aeree). Quando diventa necessaria la potatura di grandi alberi oppure l’abbattimento di piante morte, il Tree-Climbing è la tecnica più efficace per raggiungere le loro alte chiome..

La prima immagine descrive una fase dell’abbattimento di un Olmo secco colpito da un fungo (Grafiosi) che purtroppo dissecca l’intero albero fino a farlo morire. Questa pianta si trovava in un contesto di pregio e in presenza di strutture nella zona di cantiere, pertanto è stata abbattuta in maniera “controllata”. Praticamente l’albero viene smontato pezzo per pezzo vincolandone la caduta con apposite sistemi di funi. Questo permette di “sdraiare” l’albero in sicurezza preservando ciò che si trova nelle sue vicinanze.

La Quercia presentava grandi rami secchi e la rottura di una grossa branca rimasta incastrata nel mezzo della chioma. Il secco di grandi dimensioni dopo diversi anni diventa potenzialmente pericoloso, rimuoverlo significa mettere in sicurezza una pianta ma anche aiutarla a contrastare il vento e a darle più luce alla chioma. Anche in questo caso i pezzi sono stati trattenuti con funi e strumenti specifici che permettono di appoggiare piano al suolo grandi porzioni di legno.